• Slide
  • Slide

UN MARE DI DIVERTIMENTO

E RELAX PER LE TUE VACANZE

Escursione

Costa d'Argento

Lago di Burano

 

Il Lago di Burano è una laguna salmastra costiera all'estremità meridionale della Maremma grossetana, nel comune di Capalbio. Si estende per circa 236 ettari ed ha una profondità media di un metro. È separato dal Mar Tirreno da una stretta fascia di dune, che costituisce uno dei tratti costieri naturalisticamente meglio conservati della regione.

L'area protetta
Dal 1980 è riserva naturale dello Stato, classificata come zona umida di importanza internazionale secondo la convenzione di Ramsar. Una parte del lago e delle zone limitrofe forma anche parte dell'Oasi WWF del Lago di Burano. Nel 2005, sia il Lago di Burano che la Duna del Lago di Burano sono stati indicati come siti di interesse comunitario dal Ministero dell'Ambiente.
Il Sito di interesse regionale "Duna del Lago di Burano" è quasi interamente compreso nella Riserva naturale statale e quasi interamente compreso nella zona umida d’importanza internazionale, ai sensi della Convenzione di Ramsar, “Lago di Burano”, parte della quale è anche proposta come sito di importanza comunitaria ( pSIC) per l'elevata continuità e integrità della macchia mediterranea su costa sabbiosa.

Fra le molte specie di uccelli acquatici che sono stanziali, o che si fermano nel lago per un breve periodo, durante le migrazioni, ricordiamo il fenicottero rosa, i cormorani, gli aironi, la folaga, la moretta, il moriglione, il germano reale ed il mestolone (simbolo dell'Oasi WWF), il porciglione ed il martin pescatore. Tra i rapaci, sono presenti falco di palude e falco pescatore.
Duna del Lago di Burano

Fra le specie ornitiche nidificanti di maggior interesse si ricordano Charadrius alexandrinus, Calandrella brachydactyla.

Da segnalare fra gli anfibi Bombina pachypus, specie endemica dell’Italia peninsulare e Triturus carnifex.

Fra gli invertebrati è il Lepidottero Euplagia quadripunctaria.

La duna è frequentata anche da mammiferi come istrice, volpe e cinghiale, difficilmente avvistabili ma dei quali è facile notare le impronte sulla sabbia.

La vegetazione della duna è costituita sia da piante arboree come leccio e sughera, che da piante cespugliose come ginepro coccolone, ginepro fenicio e mirto, con presenza di salsapariglia (detta in dialetto locale "stracciabrache", per motivi facilmente intuibili) e asparago. L'importante vegetazione pioniera della spiaggia gode di adeguata protezione, dato che le operazioni di pulizia vengono effettuate senza utilizzo di mezzi meccanici e lasciando il materiale organico spiaggiato (indispensabile anche per la sopravvivenza di numerose specie di coleotteri e di altri invertebrati).

Per la fitocenensi, si segnalano crucianelleti delle dune di Burano. Ginepreti a Juniperus macrocarpa delle dune di Burano. Popolamenti floristici tipici degli habitat di duna e retroduna.

 

Prenota online


Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Protected by Verisgn Informazioni protette con certificato SSL 128 bit

News & Offerte

 

OFFERTA BUNGALOW AGOSTO

 

DAL 26 AGOSTO AL 02 SETTE ......

Dettagli

 

OFFERTA AREA CAMPING!

 

DAL 1 AGOSTO AL 29 AGOSTO 2017   ......

Dettagli