La tagliata etrusca segna il punto dove si trovava il porto dell’antica città di Cosa e, infatti, sul limtare della spiaggia sono ancora visibili, consumati dalle onde, i resti dei moli.

Subito accanto si trova lo Spacco della Regina, un’insenatura naturale nella roccia che porta ad ambienti creati dalla maestria umana. Difficile sapere quale fosse di preciso il suo ruolo (forse era un molo naturale precedente a quello della Tagliata), ma è quasi certo che a seguito di una frana che ne limitò l’accesso, i locali scavati nella roccia avessero un utilizzo religioso.

Si consiglia di munirsi di scarpette da scoglio e di torcia qualora si avesse il desiderio di visitarlo.

Chiama
Guida
Contatta